Il rischio di Investire I propri risparmi. Noi con i Nostri comportamenti siamo il rischio numero 1

Oggi leggendo sul web, e facendo approvvigionamento di notizie, l’argomento più gettonato era: nei momenti di incertezza gli investitori tendono a liberarsi degli investimenti finanziari per paura di perdere.

Questo come tutti sappiamo è un meccanismo che si verifica in tutte quelle volte di crisi dei mercati dove prevale l’irrazionalità, dove l’investitore preso da quell’istinto primordiale, di fuggire al sicuro, e non rimanere in balia della tempesta.

Tutti i Consulenti Finanziari in questo periodo, hanno dovuto fare un enorme lavoro di educazione finanziaria, facendo comprendere che fuggire nel bel mezzo della tempesta, potrebbe far affondare la barca.   Con questo cosa voglio dire, che il mercato finanziario come altri mercati di investimento, per esempio l’immobiliare, hanno dei cicli, degli alti, bassi, ma sono sempre lì da tantissimi anni, e proprio per questo che sono imprevedibili.

 Il nostro faticoso compito è quello di far comprendere ai nostri assistiti,  insidie e opportunità che i mercati finanziari hanno. Ma non facendo i chimici di laboratorio: cioè cercare spasmodicamente il settore, che “SICURAMENTE” nei prossimi 5 anni avrà il miglior risultato, a mio avviso meglio adottare i sacrosanti principi di diversificazione e far cogliere opportunità di investimento nei momenti di mercato come quelli passati, a dei prezzi scontati che non sappiamo quando rivedremo.

Dopo questa breve mia considerazione personale, vorrei entrare nel succo di questo articolo., su cui nel tempo ho cercato di darmi una risposta.

Come detto precedentemente, il mercato finanziario come quello immobiliare hanno dei cicli. Tutti e due indistintamente. Perché il comportamento dell’investitore è diverso nei confronti di due mercati che hanno delle caratteristiche simili? Cioè l’imprevedibilità?

Perché quando si parla di investimento di Lungo periodo, è più facile farlo capire quando si investe in un immobile e non in un investimento finanziario.

Eppure tutti e due hanno delle oscillazioni al ribasso e al rialzo.  

Perché quando un mercato finanziario oscilla al ribasso si vuole scappare e invece quando oscilla in negativo quello immobiliare, spontaneamente il cliente pensa: ah be, prima o poi risalirà!!!

Caspita stiamo parlando di due investimenti che stanno perdendo dei soldi, ma abbiamo due reazioni diverse.

La percezione è diversa dalla realtà!

Io credo che oltre alla storiella che gli Italiani sono affezionati al mattone, ci sia una risposta nella nostra testa.

Le oscillazioni dei valori immobiliari è meno percepita in quanto gli aggiornamenti non sono giornalieri come quelli Finanziari, ma tendenzialmente vengono aggiornate ogni 3 mesi.

Il mattone è un investimento che “Tocchiamo” vediamo, quindi lo sentiamo più vicino, non è solo un numero all’interno di una sintesi investimenti.

Alla luce di questo, non mi sento di demonizzare questo tipo di approccio da parte dei clienti, ma piuttosto di dire che, dato che si parla tanto di Consulenza Patrimoniale, L’immobile costituisce una parte importante del patrimonio degli Italiani e va trattato alla stregua di tutti gli altri tipi di investimento, quindi evitare concentrazioni di patrimonio Immobiliare potrebbe essere un consiglio, come per esempio non investire tutti i soldi all’interno di un solo mercato finanziario

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi

Contatti

Antonello Cincotta

Via Vittorio Emanuele
98055 - Lipari
Seguimi

Per una prima consulenza, scrivimi!